AGOSTO 2019

Gli orari di apertura dell’ufficio saranno:

SettimanaOrario apertura
1-3Giovedì e Venerdì 9,15-12,30 e 15,15-19 Sabato 9,15 -12
5-10Lunedì- Venerdì 9,15-12,30 Sabato 9,15 -12
12-17CHIUSI
19-24Lunedì- Venerdì 9,15-12,30 Sabato 9,15 -12
26-31Lunedì- Venerdì 9,15-12,30 e 15,15-19 Sabato 9,15 -12

Come proteggere la propria abitazione dai furti?

Come difendersi dai ladri? evitare di essere derubati, quali soluzione adottare per diminuire le possibilità di intrusione?

Per prima cosa per avere il massimo della sicurezza vi consigliamo l’installazione del nostro sistema IMA Protect, che oltre a garantire videosorveglianza 7 giorni su 7, H24, prevede anche il sensore fumo che permette la pronta chiamata ai vigili del fuoco, il tutto a partire da 34 euro al mese più IVA.

Ma da solo un sistema anti-intrusione di ultima generazione non basta, per essere ancora più al sicuro vi riportiamo direttamente una serie di consigli che suggeriscono i Carabinieri direttamente nel loro sito:

  • Ricordate di chiudere il portone d’accesso al palazzo.
  • Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato.
  • Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza.
  • Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della disponibilità di eventuali casseforti.
  • Fatevi installare, ad esempio, una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza. Aumentate, se possibile, le difese passive e di sicurezza. Anche l’installazione di videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso è un accorgimento utile. Accertatevi che la chiave non sia facilmente duplicabile. Un uomo ha appena chiuso la porta blindata della sua abitazione.
  • Se avete bisogno della duplicazione di una chiave, provvedete personalmente o incaricate una persona di fiducia.
  • Evitate di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l’appartamento.
  • Mettete solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia).
  • Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento.
  • Illuminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente.
  • Se vivete in una casa isolata, adottate un cane.
  • Cercate di conoscere i vostri vicini, scambiatevi i numeri di telefono per poterli contattare in caso di prima necessità.
  • Non mettete al corrente tutte le persone di vostra conoscenza dei vostri spostamenti (soprattutto in caso di assenze prolungate).
  • Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque.
  • In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici.
  • Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti.
  • Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è “siamo assenti”, ma “in questo momento non possiamo rispondere”. In caso di assenza, adottate il dispositivo per ascoltare la segreteria a distanza.
  • Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso. Non fate lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c’è nessuno.
  • Considerate che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti.
  • Se avete degli oggetti di valore, fotografateli e riempite la scheda con i dati considerati utili in caso di furto (il documento dell’opera d’arte).
  • Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti (rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.).
  • Nel caso in cui vi accorgete che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112, il 113 o il 117. Comunque, se appena entrati vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove, e telefonate subito al Pronto Intervento.”

E’ bene tener presente questi utili suggerimenti e ricordarsi che i ladri preferiscono le abitazioni dove risulta più semplice entrare.

BAGAGLIO VS AEROPORTO: ECCO COME USCIRNE VINCITORI

Proviamo a immaginare la situazione.

Abbiamo vissuto un anno intero aspettando l’estate e siamo riusciti a programmare bene sia le ferie dal lavoro che uno splendido itinerario in uno dei luoghi più belli al mondo.

Magari abbiamo scelto un posto lontano e idilliaco che ci permetterà di staccare la spina almeno per un po’, goderci il meritato riposo, arricchirci di benessere e relax per poi rientrare carichi e pronti per nuove avvincenti sfide.

Procede tutto a meraviglia, il viaggio in aereo è stato tranquillissimo e il jet lag sembra un lontano ricordo.

Ma…il nastro trasportatore dell’aeroporto della nostra destinazione continua a girare ma del nostro bagaglio nemmeno l’ombra.

O magari arriva visibilmente danneggiato e pieno di lacerazioni.

Vedersi restituire il proprio bagaglio in condizioni a dir poco pessime comporta tutta una serie di azioni da compiere a riparo; capire di averlo smarrito, però, è l’incipit di una situazione ancora più fastidiosa e stressante.

Avevamo preparato tutto con tanta cura e ora, a migliaia di chilometri da casa e nell’attesa di risolvere la situazione secondo procedura, siamo costretti a pensare a dove procurarci dei vestiti di ricambio e a chi rivolgerci per dare avvio a tutta una serie interminabile di procedure.

Ma riavvolgiamo il filmato immaginario e torniamo al punto di partenza perché, il più delle volte, la soluzione più efficace la si trova prima dell’accaduto.

BAGAGLI: ALCUNI CONSIGLI UTILI

Per non farsi rovinare un’intera vacanza da situazioni del genere, infatti, è necessario seguire alcuni consigli fondamentali in modo da preparare a dovere il bagaglio destinato alla stiva.

Innanzitutto – dal momento che, nel corso di carico e scarico, i bagagli subiscono sempre uno stress materiale non indifferente – sarebbe buona abitudine controllare che la valigia da usare per il viaggio – specie se un po’ datata o comunque usata più volte – sia in buono stato e che, quindi, non presenti strappi o zone particolarmente indebolite.

È molto importante, poi, non chiudere in valigia oggetti di valore.

Gioielli, telefoni cellulari, macchine fotografiche e altri elementi simili – per non finire anch’essi perduti o danneggiati – devono sempre essere riposti in un bagaglio a mano ammesso all’imbarco.

Sarà indispensabile anche assicurarsi che tutte le cerniere del bagaglio siano in perfette condizioni e che tutte le sue chiusure siano supportate da un lucchetto robusto e resistente.

Se la destinazione scelta sono gli Stati Uniti, il lucchetto della valigia deve essere compatibile con il Transportation Security Administration (TSA) per non rischiare che le autorità squarcino il bagaglio per motivi di sicurezza.

Tra i vari modelli di valigie, inoltre, è sempre preferibile sceglierne uno rigido.

Così facendo, si eviterà di incappare in danneggiamenti gravi e si renderà più difficile il tentativo di furto.

PER STARE ANCORA PIÙ TRANQUILLI

Spesso non ci pensiamo ma, all’atto dell’imbarco del bagaglio nella stiva, può essere molto utile imballare la valigia con il cellophane.

Si tratta di un’operazione molto comune tra i viaggiatori di tutto il mondo, facilmente attuabile attraverso la compilazione e la sottoscrizione di un apposito modulo in aeroporto.

Conviene sempre, poi, aggiungere un’etichetta di identificazione sia all’esterno che all’interno della valigia.

Questo perché, in caso di smarrimento del bagaglio, se l’etichetta esterna viene dispersa o danneggiata, sarà comunque possibile identificarne il proprietario.

É importante fare attenzione anche a togliere tutti i codici a barre dei precedenti viaggi se ancora incollati al bagaglio, così come inserire una copia dell’itinerario di viaggio al suo interno.

Può essere utile anche fotografare sia il contenuto che l’esterno della valigia per facilitare l’eventuale reclamo degli oggetti smarriti, ma può servire anche rendere riconoscibile il bagaglio con strisce colorate o adesivi per evitare di farselo sfuggire al passaggio sul nastro trasportatore.

L’ASSICURAZIONEPRIMA DI TUTTO

Anche seguendo alla lettera tutti questi consigli, però, la possibilità di eliminare del tutto ogni preoccupazione da furto o danneggiamento del nostro bagaglio non è mai garantita.

Certo, sarà sempre possibile rivolgersi allo sportello reclami e compilare il modulo PIR(Property Irregularity Report) se riteniamo responsabile il personale dell’aeroporto interessato, così come sporgere denuncia per bagaglio danneggiato (entro 7 giorni) o in ritardo (entro 21 giorni).

Ma nulla più di una buona assicurazione di viaggio permetterà di avere supporto e assistenza in ogni fase dell’accaduto. Meglio ancora se attraverso modalità di stipulazione estremamente semplici, funzionali e “smart”.

Ecco perché Bene Assicurazioni S.p.A. ha ideato Amerigo, l’innovativa polizza assicurativa che garantisce rimborsi relativi a smarrimento e danneggiamento dei bagagli assicurando il contraente su furto, rapina, scippo e incendio del bagaglio e includendo anche abiti e oggetti portati in viaggio.

Grazie ad Amerigo si potrà beneficiare di assistenza a 360° e, in caso di ritardata (non inferiore alle 8 ore) o mancata riconsegna del bagaglio da parte del vettore, ottenere – entro la somma assicurata – il rimborso delle spese sostenute e documentate per gli acquisti di prima necessità effettuati non oltre la fine del viaggio.

Sono previsti rimborsi anche per il rifacimento o la duplicazione dei propri documenti personali (carta d’identità, patente, passaporto) andati perduti.

Attraverso un’interfaccia rapida e intuitiva fornita dalla sua conformazione “full digital”, Amerigo fornisce preventivi dettagliati in meno di 10 secondi per acquistare la polizza anche all’ultimo minuto tramite smartphone, avendo sempre a disposizione il supporto di intermediari assicurativi competenti e preparati.


Richiedi ora il tuo preventivo gratuito e parti sicuro con www.amerigo.it!